Intersezioni: utopie a confronto

Claudia Peill e Kaisu Koivisto al Museo Andersen

Un dialogo aperto costituito da installazioni, video proiezioni, fotografie e pittura. Due poetiche diverse, quella di Claudia Peill, romana e quella di Kaisu Koivisto, finlandese, si confrontano in uno spazio maestoso, dominato dai grandiosi progetti scultorei di Hendrik Christian Andersen, artista americano di origine norvegese che operò a Roma fino alla sua morte nel 1940. 

Solo la mente e la memoria restituiscono bellezza e conoscenza intrinseca.
Kaisu Koivisto

Il risultato è un’intensa narrazione a tre voci che incrocia cultura mediterranea e cultura nordica, dove i singoli temi, il conflitto tra uomo e natura per Kaisu  Koivisto, la cesura irriducibile tra passato e presente per Claudia Peill, trovano un punto d’incontro nella riflessione sul valore e sul significato di utopia e megalomania, proprie dell’universo creativo di Andersen.
Roma, Museo Hendrik Christian Andersen: Intersezioni 2014.