Una giornata al Macro

La rigenerazione del Museo della città di Roma

L'idea è quella di ripensare al museo non come una cattedrale dell'arte ma come uno spazio dove si incontrano gli artisti, in continua trasfromazione. Presenta un palinsesto giornaliero, dove tutti entrano ed escono, contaminandosi e dialogando tra di loro. Questo origina una lezione dell'arte, uno studio dell'artista verso la città.
L'artista Lia Russi ci racconta di un progetto triennale introno all'opera Spaccio della Bestia Trionfante di Giordano Bruno, che si pone l'obiettivo di far cadere ignoranza, inerzia e bestilità grazie ai saperi delle arti.
Per Giordano Bruno la memoria è custode dell'esperienza che ci consente di non ripetere gli errori. Inoltre si serve di discipline come la poesia, la logica, la matematica e la fisica, per sconfiggere l'ignoranza, la bestia trionfante.

Non so quando, ma so che in tanti siamo venuti in questo secolo per sviluppare arti e scienze, porre i semi della nuova cultura che fiorirà, inattesa, improvvisa, proprio quando il potere si illuderà di avere vinto.
Giordano Bruno

Il Museo è diventato abitabile, quelli che prima erano spazi espositivi, ora sono diventati luoghi dove gli artisti operano, creano opere rendonone visibile il work in progress.