"Infanzia clandestina" di Benjamin Avila
Torna a speciale A difesa dell'infanzia

    "Infanzia clandestina" di Benjamin Avila

    Juan e l'Argentina della Guerra Sporca

    "Infanzia clandestina" di Benjamin Avila

    Condividi

    Infanzia clandestina (Infancia clandestina) è un film del 2011 diretto da Benjamín Ávila, candidato ufficiale per l'Argentina nella corsa all'Oscar per il miglior film straniero nel 2013. Racconta la storia di un ragazzino, Juan Ernesto Estrada, che nell'Argentina della fine degli anni '70, in piena "guerra sporca", è costretto a fuggire a Cuba insieme alla famiglia e, una volta tornato in patria, ad assumere una nuova identità per evitare la cattura. Le vicende storiche e personali degli adulti che circondano Juan scorrono sulla pellicola che li ricostruisce rispettando il punto di vista di un adolescente che passivamente li subisce. 

    Il film, profondamente autobiografico, è basato sugli anni dell'infanzia e della pre adolescenza dello stesso regista, la cui madre venne assassinata dalle squadracce militari. Le scene più drammatiche e violente sono state girate con l'uso di disegni animati. Il film è stato distribuito in Italia a partire dal 29 agosto 2013, da Good Films.