Torna a speciale Un mondo d'acqua

    Giornata Mondiale dell'Acqua

    Istituita dall'Onu nel 1992

    Condividi

    Nel 1992 l'Onu istituisce la Giornata Mondiale dell'acqua per sensibilizzare l'opinione pubblica sui rischi che corre la risorsa naturale più preziosa del pianeta Terra. Nell'edizione 2020 di questo evento internazionale si parla di acqua in relazione ai cambiamenti climatici e di come i due siano indissolubilmente legati. L'adattamento agli effetti idrici dei cambiamenti climatici proteggerà la salute e salverà la vita. E' provato scientificamente che un uso più efficiente delle risorse idriche ridurrà i gas serra.

    Ma cosa si sta facendo concretamente per la difesa dell'acqua? Singapore, ad esempio, ha una strategia idrica semplice ed estremamente efficace: raccogliere ogni goccia d'acqua, riutilizzarla all'infinito e dissalare l'acqua di mare. In Israele oltre l'85% delle acque reflue domestiche viene riciclato e utilizzato per l'agricoltura e, in quanto paese leader nella tecnologia di dissalazione, Israele ha il più grande impianto di desalinizzazione al mondo, che fornisce un surplus di acqua. Il Giappone si distingue per essere uno dei donatori più attivi al mondo di acqua e servizi igienico-sanitari. La JICA (Japan International Cooperation Agency) fornisce assistenza tecnica per la creazione di pozzi e la corretta manutenzione e gestione dei sistemi idrici e fognari ai paesi in via di sviluppo. 

    Al di là delle iniziative dei singoli stati però, ciascuno di noi può, con piccoli e apparentemente insignificanti gesti quotidiani, dare un contributo al risparmio di acqua. Chi vive in realtà economicamente privilegiate e non sa cosa significhi avere sete o non avere la possibilità di lavarsi, dovrebbe per primo adottare comportamenti virtuosi. Inoltre, ogni anno, in occasione del World Water Day, si organizzano eventi e attività come concerti, proiezioni di film, concorsi, dibattiti, conferenze stampa, mostre, cortei per sensibilizzare l'opinione pubblica.