Mario Martone si racconta

Mario Martone si racconta

Il regista alla 76ª edizione della Mostra del cinema di Venezia

Mario Martone si racconta

Condividi

Mario Martone, reduce dal successo del pluripremiato Il giovane favoloso con Elio Germano nei panni di Giacomo Leopardi, si racconta a Giuseppe Pontiggia ospite della rubrica Movie Mag. Alla fine di agosto lo vedremo sul red carpet della 76a Mostra del Cinema di Venezia dove quest'anno presenta il suo ultimo film Il sindaco del Rione Sanità, tratto dall'omonimo spettacolo di Eduardo De Filippoin concorso per il Leone d'oro.  Nell'adattamento conematografico di Martone il Sindaco è un "uomo d'onore" giovane e deciso che amministra la giustizia a modo suo, facendosi aiutare da un amico medico, al di fuori della Legge e al di sopra dello Stato. L'uscita nelle sale è prevista dal 30 settembre al 2 ottobre.

Il 2017, anno in cui si svolge l'intervista, cambiano molte cose nella vita del regista napoletano: lascia la direzione del Teatro Stabile di Torino e compie 25 anni il suo ingresso nel mondo del cinema. Ma il cinema è stato sempre presente anche nel suo lavoro precedente, fin dagli inizi, con la compagnia teatrale Falso movimento che, già nel nome, era un esplicito omaggio al regista Wim Wenders. 

Con Falso movimento ho fatto uno spettacolo che si chiamava Ritorno ad Alphaville che era una sorta di sequel dell'immaginario del film di Godard. Quindi era un teatro fatto di immagini, contaminato dal cinema
Mario Martone