"Il re dell'Africa" (1949)

    "Il re dell'Africa" (1949)

    Di Ernest B. Schoedsack

    "Il re dell'Africa" (1949)

    Condividi

    Ernest B. Schoedsack che, nel 1949, firma la regia de Il re dell'Africa, tenta di ripetere uno straordinario successo, o almeno di andarci vicino. Il modello cui si ispira è King Kong, il colossal del 1933 che Schoedsack co-dirige insieme al collega Merian C. Cooper. 
    La narrazione prende le mosse dalle vicende della protagonista, la piccola Jane Young che vive con il padre ed un cucciolo di gorilla in una fattoria in Congo. Il padre muore e la ragazza rimane sola con il gorilla che nel frattempo è diventato grande e grosso e in più è dotato di una forza eccezionale. 
    Quando a pochi passi dalla fattoria si accampa un impresario americano con il suo seguito, l’animale lo attacca e rischia di uccidere tutta la compagnia se non fosse per l’intervento di Jane che placa l’aggressività del suo amico d’infanzia. L’impresario è grato del salvataggio ma, una volta ripresosi dallo spavento, osserva meglio la strana coppia ed intuisce la possibilità di trarne enormi guadagni. Porta i due negli Stati Uniti e li fa esibire nei suoi spettacoli riscuotendo molto successo.
    Ma il gorilla è pur sempre un animale, abituato a vivere libero e, a dispetto di chi pensava di averlo ammaestrato, una notte abbatte le sbarre che lo tengono prigioniero distruggendo tutto quello che lo circonda. La polizia lo vorrebbe abbattere ma inaspettatamente il bestione manifesta la sua bontà d’animo e viene risparmiato. Il lieto fine vede Jene tornarsene nella foresta con il suo gorilla e un aspirante marito.

    Interpreti: Terry Moore, Ben Johnson, Robert Armstrong, Frank McHugh