"Diabolik", il film più atteso al cinema

La trasposizione cinematografica del famoso fumetto

Diabolik, il fumetto proibito. Quanti ragazzini nati nel secolo scorso, passando nei pressi di un’edicola e riuscendo a sfogliare veloci l’ultimo numero del Re del Terrore, si sono visti sfilare delicatamente ma con decisione, il tascabile dalle mani avide, con una giustificazione che non lasciava spazio a repliche: non è per te, sei ancora troppo piccolo. 

In questo modo, a partire dagli anni Sessanta, di generazione in generazione, è nato e si è rafforzato il mito del criminale in tuta nera, alimentato forse anche da quella curiosità un po’ morbosa dovuta al marchio della censura imposto da mamma e papà. 

Chissà se le sorelle Giussani ne siano mai state coscienti. In realtà Angela e Luciana sapevano bene di avere inventato un prodotto di svago destinato agli adulti, che aveva come protagonista il primo personaggio a fumetti cattivo: un ladro, un assassino, un poco di buono sempre in fuga dalle forze dell’ordine. Siamo in Italia negli anni Sessanta e gli ingredienti narrativi - sangue, sesso e violenza - causarono alle due belle signore della borghesia milanese, disapprovazione e critiche che non riuscirono però a frenare la loro coraggiosa creatività. 

Il fenomeno Diabolik, primo fumetto tascabile vietato ai ragazzini, torna a fare notizia nel 2020 grazie al film che una coppia di - stavolta - fratelli presenteranno al pubblico cinematografico, se pandemia permetterà, il 16 dicembre 2021. Un prodotto tutto italiano, che i Manetti Bros sono riusciti a strappare alle majors americane e alle case di produzione francesi, sottraendolo alle intenzioni di farne un kolossal in stile hollywoodiano. Realizzare un film su Diabolik, la sua fedele compagna Eva Kent e l’ispettore Ginko, era il loro sogno fin da ragazzini, hanno dichiarato. Forse anche per loro era stato un oggetto proibito!

Nei panni dei protagonisti Luca Marinelli (Diabolik), Miriam Leone (Eva Kent) e Valerio Mastandrea (l’ispettore Ginko). Completano il cast Alessandro Roia, Serena Rossi e Claudia Gerini.

Le riprese si sono svolte a Courmayeur, Bologna, Milano e Trieste. Il film racconta la storia dell’incontro tra Diabolik ed Eva, ambientata nello Stato di Clerville negli anni ’60.
Diabolik è scritto da Michelangelo La Neve e Manetti Bros., che hanno firmato il soggetto insieme a Mario Gomboli, editore del fumetto. Il film è prodotto da Carlo Macchitella e Manetti bros. per Mompracem con Rai Cinema, con il sostegno di Emilia – Romagna Film Commission, Friuli Venezia Giulia Film Commission, Film Commission Vallee D’Aoste. Distribuzione 01.