Argentina 1976 - 1983. Lo sterminio di una generazione

Il coraggio delle Madres de Plaza de Mayo

Condividi

Attraverso le testimonianze di Vera Vigevani JarachAngela Boitano, che insieme alle altre Madres de Plaza de Mayo, sfidarono la dittatura militare argentina, andata al potere nel marzo del 1976 con un golpe del generale Jorge Rafael Videla, denunciando all'opinione pubblica mondiale la sparizione dei loro figli, viene ricostruita  una delle pagine più vegognose della storia del XX secolo.
Il documentario, realizzato nel 2008 da Francesco Iannello e Francesca Silvestre, per il programma di Rai Cultura Medita, in collaborazione con il Landis, Laboratorio Nazionale per la Didattica della Storia, racconta lo sterminio silenzioso di decine di migliaia di cittadini, in gran parte giovani studenti, compiuto in sette anni dalla dittatura militare, nel silenzio dell'opinione pubblica e della Chiesa cattolica. Solo grazie al coraggio di un gruppo di madri cominciò a venire alla luce la terribile verità sui desaparecidos
Jorge Ithurburu, che ha sostenuto le azioni giudiziarie che hanno portato alle sentenze contro i militari responsabili dei crimini, racconta del lungo e difficile percorso portato avanti dai familiari delle vittime per ottenere giustizia. 

Solo chi pensa può comprendere che serve un cambiamento nel mondo, pertanto si può affermare che "pensare è un fatto rivoluzionario". Questo è quello che io dico sempre ai ragazzi quando parlo nelle scuole, perché sono una militante della memoria, dico: riflettete perché queste cose non accadano mai più, non bisogna mai essere indifferenti, mai esere passivi, bisogna guardarsi intorno e non accontentarsi delle informazioni che si ricevono dai media, bisogna stare atttentissimi ai sintomi, che possono apparire anche in piena democrazia  perché, come diceva Primo Levi, quello che è accadutro una volta può accadere di nuovo. Vera Vigevani Jarach