La casa museo di Karen Blixen

I luoghi dell'autrice della Mia Africa

Condividi

Le immagini degli interni e degli esterni di casa Blixen, a nord di Copenhagen, e il racconto della vita della grande scrittrice Karen Blixen e della sua passione per l'Africa. Foto, interni della casa, con oggetti, e quadri si alternano a scene del film di Sydney Pollack, La mia Africa, e a copertine di libri e dipinti. L'incipit di La mia Africa:

In Africa avevo una fattoria ai piedi dell'altipiano del Ngong. A un centocinquanta chilometri più a nord su quegli altipiani passava l'Equatore; eravamo a millottocento metri sul livello del mare. Di giorno si sentiva di essere in alto, vicino al sole, ma i mattini, come le sere, erano limpidi e calmi, e di notte faceva freddo  

Karen Christentze Dinesen nasce a Rungsted il 17 aprile 1885. Educata in Svizzera e in Inghilterra, scrive le sue opere principalmente in lingua inglese. 
Si sposa nel 1914 con il cugino barone Bror von Blixen-Finecke e si trasferisce con lui in Kenya, a Nairobi. Qui coltivano il caffè e lei s'innamora del cacciatore inglese Denys Finch-Hatton, divorziando dal marito. Torna in Europa nel 1931 e comincia a pubblicare nel 1934 (inzialmente sotto lo pseudonimo di Isak Dinesen). Il suo libro più conosciuto è La mia Africa, in cui rievoca la sua esperienza a Nairobi e la morte di Finch-Hatton in un incidente aereo. Famose anche le sue raccolte di racconti, da Sette storie gotiche a Racconti d’inverno e Capricci del destino. Dai suoi libri sono stati tratti film da Orson Welles e Sydney Pollack.