Se la danza è un Deserto digitale

    Il nuovo spettacolo di Nicola Galli

    18 mar 2019 > 20 mag 2019

    Condividi

    Deserto digitale è una composizione coreografica dedicata alla rivoluzionaria ricerca musicale di ‪Edgard Varèse e ispirata alla composizione Déserts. Il percorso sperimentale del compositore diviene il cuore pulsante della creazione, immaginata come un rituale visivo e onirico conteso tra sospensione, violenza e catarsi.

    "Se ti dico la parola deserto, cosa vedono i tuoi occhi?" Questa domanda accoglie lo spettatore per poi condurlo in un conturbante e viscerale viaggio sensoriale che rivela il deserto inteso come territorio sconfinato e condizione esistenziale. Un’atmosfera irreale e psichica, densa di gestualità, suoni e colori, avvolge lo spazio e guida tre figure umane generando un atlante figurativo che mette in luce progressivamente la natura introspettiva dell’animo umano.

    Visionario e suggestivo, l’universo creato da Galli sulla scena apre una breccia nella desolata condizione umana, raccontando la rivolta silenziosa delle emozioni.