Peter Brook: teatro e vita

    Un gigante del teatro novecentesco si racconta

    Condividi

    Peter Brook nasce a Londra nel 1925 da genitori di origine russa. Per le sue soluzioni drammaturgiche, spesso provocatorie e anticonformiste, che raccolgono e reinterpretano in modo inedito l' eredità  di Artaud e Grotowski, è considerato uno dei giganti del Novecento.

    Le sue precocissime esperienze di regista teatrale e cinematografico, iniziate quando era  ancora uno studente a Oxford, segnano l' nizio di una brillante carriera che lo porterà, a soli venticinque anni, alla direzione artistica del Covent Garden e, nel 1962, alla direzione del Royal Shakespeare Company, dove rimarrà  per venti anni

    Sul finire degli anni Settanta si trasferisce a Parigi, dove fonda il Centre International de Recherche Teatrale, luogo di sperimentazioni contrassegnate prevalentemente dalla ricerca di soluzioni linguistiche inedite e dalla rielaborazione di contenuti storico-mitologici propri di culture diverse da quelle occidentali. Del 1985 è il Mahabharata, lo spettacolo considerato una summa del suo lavoro.

    Brook ha realizzato complessivamente quasi cinquanta spettacoli teatrali e otto film, ha curato cinque regie di opere liriche, ha scritto sei libri ed ha ricevuto più di trenta prestigiosi riconoscimenti in ogni parte del mondo.

    L' unità  audiovisiva ripercorre la carriera di Peter Brook attraverso la viva voce del regista londinese, intercalata dalle immagini di vari allestimenti teatrali.