Revolution. Musica e Ribelli

Una mostra dai Beatles a Woodstock

Condividi

Alla Fabbrica del Vapore di Milano nella primavera 2018 si è svolta la mostra Revolution. Records and Rebels 1966-1970. Dai Beatles a Woodstock, una mostra sulle storie, i protagonisti e gli oggetti di quel breve, densissimo periodo tra il 1966 e il 1970 che cambia per sempre le vite di quella generazione e, a cascata, quelle di tutti noi.
Il clima sociale e culturale dell’epoca viene qui rappresentato da oltre 500 fra oggetti di moda, design, film e canzoni, in un percorso esperienziale dove il visitatore viene travolto dall’atmosfera e dalla musica del momento anche grazie a un sofisticato sistema audioguide Sennheiser.

Non c’è niente che puoi fare che non possa essere fatto. E nessuno che tu possa salvare che non possa essere salvato
All you need is love
Beatles

L'itinerario della mostra ripercorre gli ambiti in cui le rivoluzioni di quegli anni ebbero luogo: la moda, la musica, le droghe, i locali e la controcultura; i diritti umani e le proteste di strada; il consumismo; i festival; le comunità alternative. Da Carnaby Street a Londra agli hippy di Haight-Ashbury, dall’innovazione tecnologica della Bay Area alle proteste del maggio francese, dalle comuni sparse in tutta l’America ai festival di Woodstock e dell’Isola di Wight.

In questa puntata di Save The Date,  il critico musicale Alberto Tonti e la giornalista e storica della moda Clara Tosi Pamphili, ci raccontano quegli anni.