Il Museo della Mente

Da vicino nessuno è normale

Condividi

Raccontare la diversità e l’esclusione sociale attraverso l’arte e la forza comunicativa delle tecnologie multimediali e interattive.

E’ il percorso che l’ex ospedale Santa Maria della Pietà di Roma ha intrapreso nel 2000, convertendo una parte del luogo simbolo del disagio mentale e della segregazione, in una fabbrica del cambiamento. Un itinerario immersivo narrativo ideato da Studio Azzurro, gruppo di ricerca milanese, leader nell’applicazione delle nuove culture tecnologiche, che consente di elaborare e ricomporre la storia dell’antica istituzione, per una lettura dell’alterità, delle sue forme e dei suoi linguaggi.

Il Museo Laboratorio della mente presenta una successione di ambienti sensibili che rimandano uno all’altro in un gioco misto tra alterazioni percettive e preconcetti comuni, per ricordare quanto sia fragile il confine tra normalità e follia, per ricordare che

visto da vicino nessuno è normale.