Paola Gandolfi

Il racconto della figura femminile nella pittura dell'artista romana

Condividi

L'arte di Paola Gandolfi  è un lungo, ininterrotto racconto della figura femminile, reinventata attraverso l'inesauribile ricchezza del mito:

una galleria di ritratti di donne che portano i segni della diversità, del doppio, dell’enigma.

Da Maddalena a Elettra, da Clitemnestra alla Donna Ragno, le figure plasmate dall’artista romana parlano attraverso un corpo disgiunto, frammentato, mostrano uno sguardo multiplo, rovesciato, impegnate in difficili Esercizi di equilibrio, titolo di una delle sue opere più note.
Ha scritto Miriam Mirolla:

Il suo interesse genuino per le teorie freudiane e post freudiane le permette, spesso in modo rabdomantico, di raggiungere  uno psico- iconismo ad alta densità. Ogni quadro attraverso delle invenzioni ad hoc, il più delle volte si offre allo spettatore come un vero e proprio psico-collage dipinto…”

Attiva sulla scena artistica italiana sin dalla fine degli anni Settanta, segnati dal minimalismo e da un rigore fortissimo, Paola Gandolfi sceglie la pittura figurativa, l'esuberanza del colore, una provocazione che nasce dalla necessità di tornare  a guardare verso la storia dell'arte, ma è anche scultrice e autrice di video animazioni come Macchina Madre e La recherche de ma mère.