La magnifica età dell'equilibrio

Il gusto di un'epoca ai Musei Capitolini

Condividi

Della lunga storia di Roma, l’età compresa tra il 98 e il 180 d.C. rappresenta un periodo di grande splendore artistico. Sono i Felicia Tempora, i tempi aurei, che coincidono con i regni di quattro imperatori: Traiano, Adriano, Antonino Pio e Marco Aurelio.
A questa età, i Musei Capitolini dedicano una mostra ricchissima di reperti, che permette di conoscere da vicino i protagonisti e l’elegante gusto dell’epoca, educato sul recupero delle esperienze più alte della cultura greca.

Abbiamo usato il termine 'età dell’equilibrio' perché si tratta di un periodo in cui tutte le forze in campo, tutte le energie che compongono la società romana entrano in contrapposizione, ma si bilanciano tra loro. 
Claudio Parisi Presicce

Ritratti, sontuosi arredi delle ville suburbane, corredi funebri con raffinati gioielli, cicli scultorei ricomposti per l’occasione raccontano la vita quotidiana, gli ideali e i progetti politici di un Impero, che proprio sotto Traiano raggiunse la sua massima espansione e, attraverso la guida di imperatori filosofi, scelti per adozione, dunque in virtù delle loro qualità personali, riuscì a garantire la pace e l’equilibrio necessari al fiorire dell’arte e della cultura.

È, sotto vari aspetti, anche una carrellata su come cambi il gusto estetico dell’opera d’arte lungo il II secolo dopo Cristo, ma, specialmente, il modo in cui viene raffigurato l’Imperatore. L’Imperatore diventa rappresentante concreto dell’Impero, colui che in qualche modo raccoglie in sé il potere e, attraverso la sua immagine, simboleggia l’eternità dell’Impero
Eugenio La Rocca


Questo servizio è stato realizzato da RAI Cultura nel 2013, in occasione della mostra L’età dell’equilibrio. Roma, Musei Capitolini