Napoli accoglie la Street Art di Obey

La prima esposizione italiana di Shepard Fairey

Condividi

Il servizio è stato realizzato da Rai Arte in occasione della mostra Shepard Fairey. Obey al Pan di Napoli nel 2014.
Shepard Fairey, meglio noto come Obey, è certamente uno dei più celebri street artist internazionali. Realizza opere adatte a tutte le disponibilità economiche: dallo sticker per il ragazzo, alle opere di collage per il più ricco.  Divenuto celebre grazie all'immagine stilizzata in quadricromia di Barack Obama sovrapposta ai termini Hope (Speranza), Change (Cambiamento) e Progress (Progresso), divenuta simbolo della campagna elettorale del futuro Presidente degli Stati Uniti d'America nel 2008, l'artista americano è diventato uno dei più influenti sulla scena internazionale. Per la prima volta in uno spazio museale italiano, ha presentato a Napoli una vasta selezione di opere che, come ci spiega il direttore artistico Matteo Bonini, ci permettono di seguire tutto il percorso artistico di Obey. Col curatore Massimo Sgroi abbiamo fatto invece una riflessione sulla musealizzazione della Street Art e su quanto questa particolare espressione artistica si adatti alla città partenopea.

E’ un dialogo costante con l’osservatore. Ciò che faccio è inviare uno stimolo e rispondere con un nuovo stimolo in base alla reazione ricevuta.
Shepard Fairey