Arte Fiera 2018

Un'edizione senza confini

Condividi

Centocinquantadue gallerie e una fisionomia soprattutto italiana, dove le linee di confine espositivo tra moderno e contemporaneo sfumano per creare un percorso di visione in cui le opere di ieri e di oggi dialogano armonicamente.

La quarantaduesima edizione di Arte Fiera, riferimento storico per conoscere l’evoluzione del mercato artistico, mescola generi e tendenze, superando demarcazioni divenute oramai inaffidabili.

Il presupposto, è che l'arte visiva si è guadagnata una libertà senza precedenti nell'utilizzo del suo modus operandi e dei diversi linguaggi e la commistione, anche temporale, dei manufatti, sottolinea un dialogo fitto tra l'attualità più stretta e l'identità del passato, stimolando così nello spettatore il gioco delle somiglianze, delle permanenze e delle evoluzioni.

L’edizione 2018 si è arricchita  di una riflessione sul tema della ibridazione tra mostre e fiere, promuovendo il convegno internazionale Tra mostra e fiera: entre chien et loup, organizzato in collaborazione con l’Università IUAV di Venezia e il patrocinio dell’Università di Bologna.

RAI Cultura ha incontrato Angela Vettese, per il secondo anno consecutivo direttore artistico della manifestazione bolognese.