Barbara Baldi

Illustrare il silenzio

Condividi

L’arte espressionista e impressionista europea entra nelle pagine dei fumetti a caratterizzare l’universo narrativo di Barbara Baldi, a lungo illustratrice e disegnatrice per la Disney e, infine, anche autrice dei graphic novel Lucenera (2017) e Ada (2018). Storie drammatiche, di violenza e di vendetta, emancipazioni sofferte di giovani donne, storie segnate dalla passione della Baldi per le atmosfere dipinte tra fine Ottocento e inizio Novecento, con una predilezione dichiarata per la pittura dei macchiaioli. Sono i paesaggi, infatti, a portare alla luce l’interiorità intensa e lacerata delle protagoniste e la particolare dimensione del silenzio in cui si muovono i personaggi.
All’esiguità dei testi e dei dialoghi, l’autrice contrappone la creazione di un mondo parallelo costruito con immagini evocative dominate dalla forza espressiva della natura.  

Per me sono gli sguardi - gli occhi dei personaggi a parlare tantissimo Rispetto ai testi, che sono pochi   mi piace mettere tanti silenzi nei racconti. I silenzi aiutano a dare anche una personale interpretazione della storia.


Barbara Baldi è l’autrice del poster del Festival Lucca Comics & Games 2019. Con Lucenera ha vinto nel 2018 il Premio Micheluzzi e il Premio Gran Guinigi come miglior disegnatrice.
Rai Cultura ha incontrato l’artista in occasione della mostra che le stata dedicata Lo spessore del silenzio, allestita nel Palazzo Ducale di Lucca.