Tano Festa

Un pensatore e un uomo d'avventura

Tano Festa è un pensatore e un uomo d’avventura. Un artista che ogni volta che ha toccato il successo se ne è liberato immediatamente per potersi ritenere libero. Libero di pensare, libero di essere, libero di definirsi artista. Le opere di Tano Festa restituiscono ancora oggi la forza enigmatica degli oggetti, la loro essenza sentimentale. Sono fermi ma pieni di vita, misura e limite dell’esistenza umana. Parliamo di un artista dai grandi eccessi, nella sua immaginazione era diventato il “principe festolini”. Gaetano Festa nasce a Roma nel 1938, lo stesso giorno della festa dei morti, quasi un presagio della sua dolorosa esistenza. Da giovane soffrì di una febbre cerebrale e durante la malattia costretto a letto con le finestre chiuse partiva per lunghi viaggi oltremare. Di sé Tano Festa disse di voler ricominciare un’altra vita, qualunque cosa avrebbe fatto, ma non il pittore.