La danzatrice di Canova

Un'analisi di Fabio Benedettucci

Una delle opere più significative di Canova sul tema del movimento è la Danzatrice con le mani sui fianchi che fa  parte della collezione del Museo dell’Ermitage di San Pietroburgo: un capolavoro di leggerezza che intendeva non solo eguagliare gli antichi ma che Canova si pose come una sfida: rendere nel marmo la lievità di un passo di danza.  I visitatori della mostra Canova. Eterna Bellezza in corso fino al 21 giugno 2020 al Museo di Roma Palazzo Braschi  hanno avuto modo di ammirare l’opera esposta come voleva Canova: stando fermi a osservarla  mentre l’opera stessa gira su un piedistallo semovente.

Fabio Benedettucci, curatore storico dell’arte della Sovrintendenza Capitolina ci propone in questo breve filmato un’analisi de la Danzatrice con le mani sui fianchi.