Il primo murales green omaggio al movimento LGBT+

Un nuovo monumento per Roma dell'artista JDL

Il 20 novembre 2020  a Largo Beato Placido Riccardi nel quartiere di San Paolo è stato inaugurato un’enorme murales su 250 mq dell’artista Olandese JDL. Si tratta di un’opera monumentale  che vuole rendere omaggio al movimento LGBT+ realizzata con vernice “mangia-smog”.

E una collaborazione tra tre nazioni, Olanda, Stati Uniti e Italia, voluto dall’associazione no profit Yourban 2030, fondata da un team di professionisti esperti in tematiche ambientali, sociali e culturali, dove far confluire sinergie, progettualità e visioni sul futuro.

L’ associazione, guidata da Veronica De Angelis, ha già regalato a Roma, nel quartiere Ostiense, Hunting Pollution, il murales green più grande d’Europa, il primo di una serie.
“La mia opera rappresenta un uomo e una donna, riflessi allo specchio, che si sovrappongono: l’uno è l’altra e l’altra è l’uno, in un incontro d’amore, in un moto di accoglienza universale”, ha spiegato la street artist olandese JDL, che ha firmato il murales con la sua inconfondibile cifra stilistica in bianco e nero.

Le persone omosessuali hanno il diritto di essere una famiglia. Nessuno dovrebbe essere estromesso o reso infelice per questo. Ciò che dobbiamo creare è una legge sulle unioni civili”. 
Questa frase a dir poco rivoluzionaria l’ha pronunciata il capo della comunità cattolica, Papa Francesco, nel documentario del regista russo Evgeny Afineevsky, intitolato “Francesco”.
 

Il murale raffigura una donna che si guarda allo specchio e vede un uomo nel suo riflesso,  ha spiegato l’artista JDL. Spesso uso la mia arte per tradurre le emozioni in visioni che si collegano a questioni sociali.  Questa volta mi sono sentita onorata di essere stata coinvolta nel pensare ad un opera dedicata all’identità di genere a Roma.  Prima dell'esecuzione del muro ho intervistato un paio di persone della comunità LGTB +.  Uno di loro era un transgender di Amsterdam.  Mi ha parlato dei momenti difficili che ha dovuto affrontare per sentirsi a casa nel proprio corpo. 


Si ringrazia la collega Daniela Bruni della TGR- Lazio per la gentile collaborazione
Le foto di copertina sono di Carlo Piersanti