Una città ideale

    Dürer, Aldorfer e i Maestri Nordici della Collezione Spannocchi di Siena

    Condividi

     

    L'esposizione Una città ideale. Dürer, Aldorfer e i Maestri Nordici della Collezione Spannocchi di Siena, che si svolge al Santa Maria della Scala di Siena dal 14 dicembre fino al 4 novembre 2019, vuole essere una prima e fondamentale tappa che porterà i dipinti della Collezione Spannocchi, donati al Comune di Siena nel 1835 e conservati in larga parte nella Pinacoteca Nazionale e nel Museo Civico di Siena, a riunirsi nel Complesso Museale di Santa Maria della Scala. Si tratta della più rilevante raccolta pittorica senese, sia per l’elevata qualità delle opere che per la storia del collezionismo cittadino. Contiene capolavori come il San Girolamo di Albrecht Durer, firmato e datato 1514;  il dipinto fiammingo del XVI secolo La Torre di Babele, la Lucrezia della scuola di Lucas Cranach. La mostra al Santa Maria della Scala, curata da Cristina Gnoni Mavarelli, Maria Mangiavacchi e Daniele Pittèri, propone al pubblico un'accurata selezione di opere fiamminghe della Collezione Spannocchi, esposte in un percorso tematico ed organizzate cronologicamente. 

    "L’esposizione  che si deve alla rinnovata collaborazione tra la Pinacoteca Nazionale e il Comune di Siena – spiega il sindaco Luigi De Mossi -  si configura come un evento di particolare importanza per la città, e dal prossimo anno, costituirà una nuova sezione permanente del percorso espositivo dell’antico Spedale arricchendone l’offerta e soprattutto, consentendo finalmente la piena valorizzazione di un grande patrimonio”.

    La mostra è promossa dal Comune Siena, dal Santa Maria della Scala, dal Polo Museale della Toscana - Pinacoteca Nazionale di Siena e dalla Soprintendenza Archeologia Belle Arti e Paesaggio per le Province di Siena, Grosseto e Arezzo, con il sostegno di Opera - Civita. Il catalogo è edito da Sillabe, Livorno.