Torna a speciale Borsa Mediterranea del Turismo Archeologico

    Gabriel Zuchtriegel . L'area archeologica di Paestum

    Il Manifesto dell'archeologia circolare

    Condividi

    Gabriel Zuchtriegel, intervistato in occasione della XXII edizione della Borsa Mediterranea del Turismo Archeologico, tenutasi a Paestum dal 14 al 17 novembre 2019, parla dell'importanza e delle trasformazioni dell'archeologia, che sta diventando sempre più un settore radicato nel territorio, identificandosi con la storia e la vita che sta dietro gli oggetti archeologici. Zuchtriegel espone i principi che sono alla base del Manifesto dell'archeologia circolare, che collega tutte le parti dell'archeologia e che non ammette distinzione tra tutela e valorizzazione del patrrimonio culturale. 
    Zuchtriegel parla, inoltre, dell'area archeologica di Paestum, della quale è Direttore, e della fortuna del sito, che vanta templi perfettamente conservati, dovuta anche al fatto di essere stato per molti secoli abbandonato dagli inizi del Medioevo a causa della malaria. Infine il Direttore parla della Mostra che parte da un dipinto della fine del XIX secolo, nel quale è raffigurata l'area dei templi allagata, con l'acqua del mare che arriva tra le colonne, che introduce il tema di grande attualità dei cambiamenti climatici, prefigurando i possibili scenari per il futuro.  L'archeologia assume oggi un ruolo nuovo, non è più  solo lo sguardo verso il passato, ma è anche rivolta al futuro, verso modelli di sostenibilità ecologica.