Torna a speciale Scuola@Casa News

    Il futuro

    20 maggio - Scuola@Casa News

    Condividi

    Per Scuola@Casa News, oggi Gino Roncaglia ci propone…uno sguardo sul futuro. In questo percorso di Scuola@Casa News, abbiamo cercato, in 40 puntate, di accompagnare il mondo della scuola in un percorso certo non facile, fornendo qualche informazione, qualche segnalazione, qualche riflessione soprattutto metodologica. Sicuramente l'anno prossimo non sarà un anno facile, e se proviamo a volgere lo sguardo al futuro, le tre caratteristiche che caratterizzerano il mondo della scuola saranno quelle della flessibilità, diversificazione delle attività e modalità mista, anche alla luce dei diversi ordini e gradi scolastici.
    Quello che possiamo ragionevolmente prevedere è che la scuola dell'infanzia e la scuola primaria, per cui la modalità mista è sicuramente più problematiche e a maggior rischio di dispersione, dovranno cercare di lavorare molto di più con diversificazione di attività in presenza, piccoli gruppi, diversificazione degli spazi. Le scuole secondarie, in cui la modalità mista è sicuramente più praticabile, dovranno cercare certo di garantire la presenza il più possibile, ma prepararsi anche a modalità miste e quindi a un'integrazione di didattica a distanza e didattica in presenza, che sfrutti al meglio le caratteristiche specifiche di ciascuna delle metodologie usate, di ciascuna delle attività formative e di apprendimento proposte. Nel mondo dell'università, probabilmente, la didattica a distanza continuerà a essere, in alcuni casi, sostitutiva nei corsi soprattutto molto numerosi.
    Quindi situazioni differenziate per ordine e gradi scolastici, ma differenziate anche da scuola a scuola, perché diversi sono gli spazi, diverse saranno le situazioni, diverse sono le scelte. Un ruolo molto importante, da questo punto di vista, l'avrà l'autonomia scolastica: le scuole saranno chiamate a progettare, non soltanto offerta formativa, le attività, ma anche i modi in cui concretamente, nella singola realtà, andranno affrontati i vincoli, che prevedibilmente ci saranno anche dal prossimo anno scolastico. Proprio su questo tema abbiamo chiesto un intervento alla Dirigente Scolastica dell'Istituto comprensivo Perlasca di Roma, Claudia Sabatano.
    Il mondo della scuola, in parte forzatamente, sta cambiando e cambierà e noi speriamo che il tutto sia nel segno di un cambiamento in positivo, nel segno dell'innovazione, del rinnovamento di alcune metodologie e pratiche didattiche, di una scuola con una maggiore capacità di lavorare  trasversalmente rispetto ai gruppi classe, perché questi sono gli aspetti che sono e saranno importanti, anche quando l'emergenza in cui oggi viviamo, sarà superata.

    Istituto Comprensivo Giorgio Perlasca di Roma: https://www.ic-perlasca.edu.it/