Torna a speciale Scuol@ Maturità

    La rappresentazione della realtà nel romanzo novecentesco

    Gabriele Pedullà

    Condividi

    Tortuosi e affascinanti i percorsi  del romanzo dall’Ottocento ai giorni nostri  nella rappresentazione della realtà: dal dettato manzoniano a Giovanni Verga, fino al rifiuto del realismo da parte delle avanguardie. Poi il modello Svevo con il flusso di coscienza e gli autori che nel Novecento hanno attinto al fiabesco, come Massimo Bontempelli o Tommaso Landolfi.

    Con la lotta partigiana e Beppe Fenoglio con  il suo Libro di Johnny , la narrativa italiana trova la sua “nuova Eneide”, mentre con Stefano D’Arrigo  e il suo romanzo Horcynus Orca si scopre “la nuova Odissea”.