Cinque mondi

Cinque mondi

Benigni, Bertolucci, Salvatores, Sorrentino e Tornatore

Cinque mondi

Condividi

Roberto Benigni, Bernardo Bertolucci, Gabriele Salvatores, Paolo Sorrentino, Giuseppe Tornatore. Cinque Mondi, cinque modi di raccontare il cinema, cinque differenti visioni: sono i mondi dei nostri cinque premi Oscar che ci raccontano di quale cinema si sono nutriti, il cinema italiano che hanno visto nella loro giovinezza e che ha in qualche modo influenzato il loro modo di costruire un film, il loro immaginario. Un documentario realizzato da Giancarlo Soldi nel 2016, dedicato alla cinematografia italiana, raccontata da protagonisti diversi tra di loro, accumunati dalla passione per il grande schermo e per le storie che la tecnica cinematografica, unita alla fantasia e all'estro personale, è l'unica in grado di rappresentare. 
Presentato alla Festa del Cinema di Roma nell'ottobre del 2016, prodotto da Bizef, in associazione con Istituto Luce Cinecittà e in collaborazione con Rai Cinema, parte del documentario verrà poi utilizzata in una videoinstallazione all’interno del Nuovo Museo Italiano del Cinema e dell’Audiovisivo, voluto dal Ministro Dario Franceschini e affidato a Istituto Luce-Cinecittà con la collaborazione dei più grandi Archivi, Scuole di cinema e realtà formative e produttive italiane, aperto nella primavera del 2017 all’interno di Cinecittà.