Cinema indipendente: una playlist con più di 70 titoli

    Cinema indipendente: una playlist con più di 70 titoli

    Dal 25 gennaio disponibile on line

    Cinema indipendente: una playlist con più di 70 titoli

    Condividi

    Dall'Archivio Nazionale del Cinema Impresa (Centro Sperimentale di Cinematografia) 72 cortometraggi, realizzati a partire dagli anni Cinquanta da autori italiani, saranno on line, a disposizione del pubblico appassionato di cinema indipendente nostrano, dal 25 gennaio sul canale Mi Ricordo - L’Archivio di tutti. 

    La rassegna online propone opere filmiche di grande valore storico che appartengono alla FEDIC (Federazione italiana dei cineclub), un’associazione culturale nata nel 1949 a Montecatini Terme, e realizzate da registi il cui contributo rilevante è servito a promuovere il superamento dell’etichetta di cinema amatoriale, per arrivare ad affermare quella di cinema Indipendente.  

    La playlist, che verrà progressivamente arricchita nei prossimi mesi, propone fiction e documentari di impegno civile, di critica sociale, di osservazione della realtà. Gli autori vanno da Giampaolo Bernagozzi a Nino Giansiracusa, da Renato Dall’Ara ad Adriano Asti, da Luigi Mochi a Francesco Tarabella, fino al duo Gabriele Candiolo - Alfredo Moreschi. Non mancano opere narrative, spesso poetiche, come quelle di Paolo Capoferri, Piero Livi, Mino Crocè e Nino Rizzotti, ma anche di Massimo Sani, Giuseppe Ferrara e Franco Piavoli, che si sono poi affermati come autori cinematografici e televisivi.

    Un impegno che si riscontra anche nella sperimentazione di nuove forme espressive, come nel caso di Tito Spini e, nel cinema d’animazione, a Bruno Bozzetto e Nedo Zanotti. Selezionate anche opere recenti che si interrogano sul nuovo millennio, firmate da Enrico Mengotti, Turi Occhipinti, Gaetano Scollo, Rocco Olivieri, Vincenzo Cirillo, e Franco Bigini, Giorgio Ricci, Giorgio Sabbatini e Beppe Rizzo che rende omaggio al grande Totò.


    Sortilegio di Gigi Volpato (1960) Archivio FEDIC

    Uno sguardo che completa quello offerto dal cinema d’impresa, di famiglia e religioso conservato, digitalizzato e reso disponibile dall’Archivio Nazionale Cinema Impresa sui propri canali: Youtube CinemaimpresaTv, Documentalia e Mi ricordo-l’archivio di tutti.  

    La playlist Fedic-70 anni di cinema è il momento finale di un lungo lavoro di archiviazione, selezione e digitalizzazione, curato da Mariangela Michieletto con la collaborazione di Diego Pozzato e Ilaria Magni. Parte delle opere sono state restaurate digitalmente nel laboratorio dell’Archivio Nazionale Cinema Impresa con il contributo di Giorgio Sabbatini, regista e presidente del Cineclub FEDIC Piemonte, nonché componente, con Giorgio Ricci, del Comitato Scientifico Cineteca FEDIC presieduto dal critico e storico del cinema Paolo Micalizzi. Il fondo FEDIC, composto da 5442 audiovisivi, è stato depositato nell’Archivio di Ivrea nel 2017.

    Foto di copertina: Il prato del sole, Paolo Capoferri (1958 - Archivio FEDIC)