Marlon Brando

A 95 anni dalla nascita

Condividi

Chi ha lavorato con Marlon Brando non lo ha più dimenticato. Aveva un carisma straordinario e una presenza scenica totalizzante. Se era in buona poi, era una persona deliziosa. Ricorre spesso, nella vita e nel cinema che ne è specchio fedele, questa dicotomia tra personaggio e uomo. Brando amava giganteggiare. Era estremamente presuntuoso e consapevole dell’effetto che faceva. Della sua bellezza, del suo carisma. Vanità certo ma anche auto-sabotaggio, se si pensa a come è diventato negli ultimi anni di vita. Quasi a voler cancellare, negare, tutto quello che era stato. Una grande contraddizione, un mistero. Ma il suo mito, quello, non è riuscito a cancellarlo.