Bernard Stiegler. Una nuova critica del Web

Combattere la stupidità funzionale

Condividi

Il filosofo francese Bernard Stiegler, intervistato ad Ancona in occasione della prima edizione del KUM! Festival - Curare, Educare, Governare, parla della nuova economia, la data economy, che si è affermata in seguito alla diffusione di massa delle nuove tecnologie della comunicazione.
Il Web è una tecnologia editoriale, che ha apportato enormi cambiamenti nella vita delle persone che oggi sono tutte “connesse”. Concepito da fisici nucleari per scambiarsi idee e confrontare i propri punti di vista, il Web era apparso al suo inizio una possibilità straordinaria per aumentare la diversità dei punti di vista, mentre invece in breve tempo si è snaturato, diventando una specie di veleno.
Ars Indutrialis, il gruppo multidisciplinare di cui Stiegler fa parte, sostiene che il Web è un pharmakon, una tecnologia che permette di migliorare ogni genere di cosa, per esempio combattendo l’entropia.

Metà della popolazione mondiale possiede uno smartphone, un piccolo computer che produce una quantità enorme di dati, che sa sempre dove ci troviamo, essendo in grado con i satelliti di localizzarci con l’approssimazione di un metro. Tutto ciò che facciamo è analizzato da algoritmi velocissimi che possono farci fare qualsiasi cosa e che di fatto ci controllano.

Quando Google ci chiede di rispondere a una domanda che non abbiamo fatto, lo fa perché ha analizzato i nostri comportamenti e ne ha dedotto che un determinato problema dovrebbe interessarci. Fa la stessa cosa quando traduce qualsiasi testo da una lingua all’altra: questa traduzione si basa sull’analisi dei comportamenti linguistici medi, il che significa che si produce una mediocrità linguistica progressiva.

 La tecnologia della data economy, invece, lavora solo sulle medie aritmetiche, producendo quindi mediocrità ed è questo che genera la post-verità o la cosiddetta stupidità funzionale. Oggi i manager di grandi aziende sfruttano questa stupidità funzionale per gestire le persone, producendo stupidità e questa stupidità è entropia. Oggi, tutti sentono di stare male, tutti sono depressi perché sentono che l’entropia cresce e l’aumento dell’entropia significa distruzione del pianeta. Occorre dunque elaborare una nuova critica del Web per rimettere questo sistema al servizio della lotta contro l’entropia.


Bernard Stiegler, filosofo e dottore de l’Ecole des Hautes Etudes en Sciences Sociales, è presidente dell’associazione Ars Industrialis et directeur de l’Institut de Recherche et d’Innovation che ha fondato al Centre Pompidou. Dopo aver insegnato nelle più importanti università d’Europa, ha fondato la scuola di filosofia pharmakon.fr ed è inoltre direttore del Collège international de philosophie, direttore generale aggiunto dell’Institut National de l’Audiovisuel, direttore dell’IRCAM e del dipartimento dello sviluppo culturale del Centre Georges Pompidou.