Emanuele Severino. La sapienza orientale

Mito e filosofia

Condividi

La sapienza orientale - spiega Emanuele Severino in questa intervista, realizzata al Congresso Internazionale All'alba dell'eternità (Brescia, 2 - 3 marzo 2018), è grande mito, ma non è filosofia. Non è quella volontà di evocare il sapere incontrovertibile, andando poi alla ricerca del suo contenuto, in cui consiste la filosofia occidentale. L'Oriente conosce la volontà come volontà di far diventare altro le cose, ma non conosce il senso radicale dell’altro, ossia il senso del nulla e dell’essere.

Nel Rigveda si parla di non-essere, ma questo dipende da una traduzione europea dal sanscrito che non ne coglie il concetto originale, che è invece un nulla ricco di cose, molto diverso dal concetto platonico dell’assolutamente niente, che l'oriente non conosce. Se l’occidente è la grande follia, afferma Severino, l’oriente è l’incubazione di questa follia.

Emanuele Severino è professore emerito di Filosofia teoretica presso l’Università di Venezia e insegna Ontologia fondamentale presso l’Università Vita-Salute San Raffaele di Milano. È Accademico dei Lincei. Collabora con il “Corriere della Sera”. Ha offerto un’interpretazione della filosofia che sottolinea lo scacco del pensiero metafisico da Platone a Nietzsche e Heidegger. Per superare le aporie nichilistiche della tradizione metafisica evidenti anche nel discorso moderno della tecnica, ha promosso un ritorno a una filosofia dell’Essere che escluda rigorosamente il non-essere e il divenire. Fra le sue opere recenti: Dialogo su diritto e tecnica (con N. Irti, Roma-Bari 2001); Discussioni intorno al senso della verità (Pisa 2009); L’identità del destino. Lezioni veneziane (Milano 2009); Il destino della tecnica (Milano 2009); Democrazia, tecnica, capitalismo (Brescia 2009); Il mio ricordo degli eterni. Autobiografia (Milano 2011); La potenza dell’errare. Sulla storia dell’Occidente (Milano 2013); In viaggio con Leopardi. La partita sul destino dell’uomo (Milano 2015); Dike (Milano 2015); Storia, gioia (Milano 2016); Il tramonto della politica. Considerazioni sul futuro dell’uomo (Milano 2017); Dispute sulla verità e la morte (Milano 2018). La Casa Editrice Adelphi pubblica la collana “Scritti di Emanuele Severino”.