Fernand Braudel: Identità della storia. Il senso della Storia

    Le velocità diverse della vita

    Condividi

    La vita è fatta di correnti che scorrono a velocità diverse: alcune […] mutano di giorno in giorno, altre di anno in anno, altre di secolo in secolo
    Fernand Braudel, Storia, misura del mondo

    Lo storico francese Fernand Braudel (1902 - 1985) spiega il suo modo d'intendere la ricerca storiografica in base all'esistenza di due tipi di storia: la storia evenemenziale e la storia dei fatti che si svolgono in profondità. La prima, quella incentrata sul racconto degli avvenimenti e dei loro protagonisti, è quella che bussa alla nostra porta tutti i giorni attraverso la radio e la televisione. Ma bisogna pensare che, in profondità, forze impersonali lavorano a preparare gli eventi. È lecito pensare che la Seconda Guerra Mondiale avrebbe avuto luogo anche senza l'elemento scatenante di una personalità come quella di Hitler. Questo significa che l'uomo non fa la storia, ma la Storia fa gli uomini.

    Quando vogliamo spiegare una cosa, dobbiamo diffidare ad ogni istante dell’eccessiva semplicità delle nostre suddivisioni. Non dimentichiamo che la vita è un tutto unico, che anche la storia deve esserlo e che non bisogna perdere di vista in nessuna occasione, neppure per un attimo, l’intrecciarsi infinito delle cause e delle conseguenze
    Fernand Braudel, Storia, misura del mondo


    Da Rai Teche: Enciclopedia Multimediale delle Scienze Filosofiche, 1983