Francisco Jarauta. La città contemporanea

La città come laboratorio sociale


Francisco Jarauta, intervistato al Festival della Filosofia di Modena 2017, Le forme del creare, parla della città contemporanea. Interessante un ‘armonia costruttiva tra  passato e tradizione. Jarauta mette a anche a confronto le città italiane, più conservatrici, con quelle nordeuropee, come Amsterdam o Berlino, più proiettate verso il futuro.

Francisco Jarauta è professore di Filosofia presso l’Università di Murcia e direttore dell’Osservatorio sulle analisi di tendenza presso la Fondazione Botín di Santander. È inoltre Direttore scientifico dell’Istituto Europeo di Design di Madrid e membro di numerose istituzioni culturali di livello internazionale (tra cui il Museo di Arte Contemporanea di Madrid e la Fondazione Cini di Venezia). I suoi studi concernono in particolare la filosofia della cultura, l’estetica e la storia dell’arte, concentrandosi soprattutto sulla questione della modernità e dei suoi sistemi di rappresentazione. Tra le sue pubblicazioni: Fragmento y totalidad: los límites del clasicismo (Madrid 1988); Pensar el presente (et al., Madrid 1993); Arte y escritura (et al., Salamanca 1995). Ha curato diversi volumi collettanei, tra cui: Teorìas para una nueva sociedad (Madrid 2002); Oriente-Occidente (Madrid 2003); Gobernar la globalizaciòn (Murcia 2004); Escritura suspendida (Madrid 2004). Ha inoltre curato le edizioni spagnole del Momo di Leon Battista Alberti (Valencia 2002) e del Diario di Pontormo (Murcia 2006).