Sergio Givone. Il concetto di male

Il male e la colpa

Che cos`è il male? Il filosofo Sergio Givone, in una puntata della fortunata serie di Rai Cultura, Il Grillo-Enciclopedia Multimediale delle Scienze Filosofiche, del 1998, ne parla con gli allievi del Liceo Newton di Roma. Con immagini, tratte dal film Edipo re di Pasolini e dalle cronache della guerra nella ex-Jugoslavia, una scheda introduce al problema all`argomento della puntata, risolvibile nel seguente interrogativo: il male appartiene alla condizione umana?
Tra le domande poste a Givone, ricordiamo: ciascuno di noi è responsabile di tutto il male del mondo? Il male può essere eliminato? Il tempo cancella la differenza tra vittime e carnefici: è giusto? Si può definire scientificamente il male? E come si spiega il fascino che il male ha esercitato su artisti e poeti soprattutto a partire dal XIX secolo?


Sergio Givone è professore di Estetica presso l’Università di Firenze. A partire da un’originale interpretazione della lezione ermeneutica ed esistenzialista (soprattutto di Nietzsche, Heidegger e Pareyson), si è occupato della ridefinizione di alcune fondamentali categorie del pensiero filosofico del Novecento, tra cui l’idea di “tragico” e i concetti di eros e nichilismo. Tra i suoi libri: Disincanto del mondo e pensiero tragico (Milano 1988); Storia del nulla (Roma-Bari 1995); Favola delle cose ultime (Torino 1998); Eros/Ethos (Torino 2000); Nel nome di un dio barbaro (Torino 2002); Prima lezione di estetica (Roma-Bari 2003); Il bibliotecario di Leibniz. Filosofia e romanzo (Torino 2005); Non c’è più tempo (Torino 2008); Storia dell’estetica (Roma-Bari 2008); Il bene di vivere (a cura di F. Nodari, Brescia 2011).