Nicoletta Maraschio. L'Accademia della Crusca per la scuola

Matematica e lingua

Nicoletta Maraschio, intervistata in occasione delle Giornate della lingua italiana (Olimpiadi di Italiano), che si sono svolte a Firenze dal 26 al 28 marzo 2018, parla delle attività che l’Accademia della Crusca, della quale è stata a lungo Presidente svolge per la scuola. 
In primo luogo la Maraschio annuncia il nuovo vocabolario postunitario, che tiene conto dei cambiamenti che sono avvenuti nel corso del ‘900 e poi parla dell'impegno dell'Accademia della Crusca per la ricerca sulla lingua antica e moderna e anche per le Olimpiadi di italiano dedicate alle scuole. C’è una collaborazione con il corpo docente con  temi molto diversi da un anno con l’altro e per due anni si è lavorato sul rapporto tra matematica e lingua per superare gli steccati disciplinari.

La matematica seve alla lingua e la lingua alla matematica 


Nicoletta Maraschi è una linguista italiana (Pavia 1946). Laureatasi in Lettere all’Università di Firenze, ha intrapreso una brillante carriera accademica presso lo stesso ateneo: dal 1995 è professore ordinario di Storia della lingua italiana ed è nel collegio della Scuola di dottorato in Linguistica. Impegnata in attività di ricerca, coordinamento e formazione sin dagli anni Settanta, è stata presidente dell’Accademia della Crusca dal 2008 al 2014. M. è un’esperta riconosciuta della storia linguistica italiana (soprattutto del periodo rinascimentale e del Novecento) e dirige la collana “L’italiano in pubblico” presso Franco Cesati Editore (insieme con M. Fanfani).