Sossio Giametta. Senecione

Un dialogo sulla filosofia 

Sossio Giametta parla del suo saggio Senecione. Forze e debolezze della filosofia, pubblicato nel 2021 da Liberlibri.
A Milano, durante una passeggiata, e poi in pizzeria, un uomo anziano e colto, Senecione, sollecitato dal suo amico Taliarco e da Sara, la giovane figlia di lui, riflette - in un modo comprensibile a tutti - sulla filosofia, sulle sue forze e debolezze, nonché sul suo statuto e le sue finalità. 

Sossio Giametta, filosofo e grande interprete nicciano, in un dialogo dal sapore antico, ancorché ambientato ai nostri giorni, con un tono leggero e al contempo rigoroso, mette in evidenza l'importanza della filosofia, la sua irrinunciabilità per l'uomo, realizzando altresì un formidabile compendio di metodo e di storia della filosofia.


Sossio Giametta, filosofo, traduttore, saggista, critico letterario, scrittore e pubblicista, è nato a Frattamaggiore il 20 novembre 1929. Laureatosi in Giurisprudenza a Napoli nel 1952, nel 1953 collabora con Giorgio Colli all’Enciclopedia di autori classici per l’editore Boringhieri e all’edizione critica delle Opere di Nietzsche per Adelphi. Dal 1965 è stato funzionario presso il Consiglio dei ministri della Comunità europea a Bruxelles, dove vive.
Molte le sue opere, tra le quali si evidenzia un nutrito corpo di studi dedicati al filosofo Friedrich Nietzsche, di cui è considerato tra i massimi conoscitori mondiali. Tra le tante pubblicazioni, ne segnaliamo alcune: Nietzsche, il poeta il moralista, il filosofo (Garzanti, 1991), Nietzsche e i suoi interpreti. Oltre il nichilismo (Marsilio, 1995), Commento allo “Zarathustra” (Bruno Mondadori, 1996), Nietzsche. Il pensiero come la dinamite. Da «La gaia scienza» a «Ecce homo» (Bur Rizzoli, 2007), Introduzione a Nietzsche. Opera per opera (Bur Rizzoli, 2009), Il bue squartato e altri macelli. La dolce filosofia (Mursia, 2012), Cortocircuiti (Mursia, 2015), Il Dio lontano. Scienza, filosofia, religione, politica (Castelvecchi, 2016). Madonna con bambina e altri racconti morali, per le edizioni Bur Rizzoli (2005), segna il suo esordio ufficiale nella narrativa.