Torna a speciale le grandi sfide del presente

Andrea Colamedici. La filosofia come esercizio

Come creare uno stato di meraviglia nella nostra vita

Condividi

Andrea Colamedici parla della filosofia, intesa non come riflessione solitaria ma come esercizio, come relazione con gli altri ed esperienza dell’ignoto.  
La filosofia ha origine dalla meraviglia, come raccontano prima Platone e poi Aristotele. Ma che cos’è la meraviglia e come si fa a creare uno stato di meraviglia nella propria vita? Innanzitutto, bisogna escludere che la meraviglia sia qualcosa che ricorda il solitario e contrito pensatore di Rodin.

La filosofia al contrario si esprime attraverso il corpo, attraverso la relazione e non nella solitudine, si trova la meraviglia nel momento in cui si incontra l’altro e si fa esperienza dell’ignoto. Quindi non escludendo ciò che non ci somiglia, ma andando a cercare ciò che non abbiamo mai visto, andando a disporci nei confronti dell’ignoto come se fossimo davvero nati in quel momento. 


Andrea Colamedici è filosofo, editore, regista e attore teatrale. Insegnante di filosofia per bambini, ha tradotto testi di Alejandro Jodorowsky, E. J. Gold e Stanislav Grof. È l’ideatore di Tlon. Insieme a Maura Gancitano ha scritto Tu non sei Dio (2016), Lezioni di Meraviglia (2017), La Società della Performance (2018), Liberati della brava bambina (Harper Collins 2019) e Prendila con Filosofia (HarperCollins 2021). Insieme conducono per Audible i podcast Scuola di Filosofie e Audible Club (primo club degli audiolibri italiano), e sono gli ideatori della Festa della Filosofia e delle maratone online Prendiamola con Filosofia.