Sossio Giametta. Il poeta Friedrich Nietzsche

Il distruttore della logica

Sossio Giametta, autore del Saggio sullo Zarathustra, pubblicato nel 2020 dall’editore Aragno, parla di Friedrich Nietzsche che definisce un poeta e un moralista. 
In senso tecnico Nietzsche non è un filosofo perché i filosofi si basano sulla logica e sui concetti mentre Nietzsche è il distruttore della logica e dei concetti che sosteneva  che la logica rende pensabile ciò che non lo è, cioè la realtà. La logica è una capacità di sistemare il mondo in maniera ordinata e anche i concetti sono rappresentazioni con le quali noi non tocchiamo la realtà. Nietzsche ragionava sulla base della psicologia, che esalta nell’aforisma 23 di Al di là del bene e del male e si muoveva sulla base dell’esperienza. 

Nietzsche è soprattutto un grande poeta che ha scritto in prosa ed anche un moralista, perché avendo negato la logica ha negato la filosofia come contemplazione della realtà. Per lui l’uomo può comprendere solo sé stesso, e quindi ha sostituito la logica con la psicologia. 

Nietzsche era anche un critico della civiltà, un’incarnazione della crisi europea maturata nella seconda metà del XIX secolo, che ha espresso dandole corpo spirituale, legittimato e accelerato.   

Sossio Giametta, Frattamaggiore 1929, vive a Bruxelles. Traduttore, filosofo, saggista, scrittore, ha collaborato all’edizione Colli-Montinari delle opere di Nietzsche. Ha tradotto tutte le opere di Nietzsche più quattro volumi di frammenti postumi. Ha tradotto inoltre opere di Schopenhauer, Cesare, Spinoza, Hegel, Goethe, Freud, Stirner ecc. È autore della filosofia dell’Essenzialismo in tre volumi: "Il bue squartato" (2012), "L’oro prezioso dell’essere" (2013), "Cortocircuiti" (2014), col Codicillo "Grandi problemi risolti in piccoli spazi" (2017). Ha pubblicato romanzi: "Madonna con bambina e altri racconti morali" (2006), "Adelphoe" (2015), "Il colpo di timpano" (2019) e racconti vari. Collabora a varie testate giornalistiche.