Filippo La Porta. Maestri irregolari: George Orwell

Il coraggio della verità 

Filippo La Porta, autore di Maestri irregolari. Una lezione per il nostro presente, pubblicato nel 2007 da Bollati Boringhieri, parla di uno dei protagonisti del suo saggio, George Orwell (Motihari, Bengala, 1903 - Londra 1950). 
Orwell è un pensatore particolarmente attuale e 1984 è un grande romanzo politico, con una grande energia visionaria, anche è Aldous Huxley (Godalming, 1894 - Los Angeles, 1963) che con Il mondo nuovo si avvicina di più alla prefigurazione del nostro presente. In Orwell c’è più il potere coercitivo, mentre in Huxley c’è più la società attuale, in cui il potere non è dispotico, ma ci porta ad un’obbedienza consensuale, colonizzando il nostro immaginario. 

Ci sono aspetti molto attuali in 1984, come quello della neolingua imposta dall’altro, nella quale alcune cose non si possono più dire e questo ci fa pensare al pensiero unico della democrazia attuale. 

Orwell è stato uno dei grandi pensatori eretici irregolari del XX secolo, un ribelle inclassificabile, mai appartenuto a nessun partito, ma sempre schierato in nome della sua coscienza. Parla di se stesso come individuo, parte per la Guerra civile spagnola perché sente di doverlo fare ed è sempre schierato, ma mantenendo una sua autonomia di giudizio, dalla parte degli ultimi. 

La descrizione della Barcellona anarchica in Omaggio alla Catalogna è l’unica immagine felice di livellamento sociale che ci viene dal XX secolo. 

Orwell è attuale perché sente sempre il bisogno di dire la verità, contro il conformismo politico, una verità che nel suo essere relativa ha anche un carattere assoluto, che ci chiede di schierarci. 


Filippo La Porta, critico e saggista, è autore di Non c’è problema. Divagazioni morali su modi di dire e frasi fatte (1997), Manuale di scrittura creatina. Per un antidoping della letteratura (1999), Narratori di un Sud disperso. Cuntastorie in un mondo senza storie (2000) e Pasolini. Uno gnostico innamorato della realtà (2002). Presso le nostre edizioni ha pubblicato La nuova narrativa italiana. Travestimenti e stili di fine secolo (1995, n. ed. ampliata 1999) e L’autoreverse dell’esperienza. Euforie e abbagli della vita flessibile (2004).