Marco Lanterna . Adriano Tilgher 

La filosofia dello stile 

Marco Lanterna parla del filosofo italiano Adriano Tilgher (Resina, od. Ercolano, Napoli, 1887 - Roma 1941).

Adriano Tilgher è l’unico filosofo italiano ad aver sviluppato in chiave filosofica l’idea di stile. In Filosofia delle morali il suo pluralismo e relativismo esistenziale converge verso lo stile inteso come forma di vita data alla vita informe. Forma fino a un certo segno modellabile, al punto che

l’unica libertà concessa all’uomo è quella di dare uno stile alla propria condotta.

Che in Italia, vantato paese del bello, nessuno a parte lui abbia mai ragionato filosoficamente su tale concetto è curioso. Da noi le parole “stile” e “stilista” sono ormai appannaggio della pura esteriorità, andrebbero invece restituite ai domini altissimi dello spirito. Ciò farebbe anche apparire quanti in filosofia ne sono pateticamente privi. 

Dobbiamo infatti ancora a Tilgher nello Spaccio del bestione trionfante una delle più sonore requisitorie contro tali filosofie fabbricatrici di libri informi: 

Libri ignobili a causa dei quali rischiò di divenire sinonimo di abiezione morale e intellettuale, di vigliaccheria e bassezza, quella Filosofia di cui nessuno spirito bennato poteva pronunciare il nome senza percepire quasi immenso battito d’ali. 


Marco Lanterna, Milano 1973, vive tra Milano e Nizza. Pubblicista, critico letterario, pensatore indipendente, è cresciuto alla “scuola” dei filosofi Anacleto Verrecchia del quale ha curato i postumi Il cantore filosofo. Scritti su Wagner (2016) e Il mastino del Parnaso. Elzeviri e polemiche (2017) e di Sossio Giametta del quale ha curato i Capricci napoletani. Pagine di diario (2018). È inoltre traduttore e postillatore di moralisti tra cui Damien Mitton, Vauvenargues, Pierre Nicole.