Eraldo Affinati legge Bel Ami di Maupassant

La ricerca del successo e la paura della morte

Condividi

 Eraldo Affinati si sofferma sul romanzo Bel Ami di Guy de Maupassant. Il suo protagonista, George Duroy è il prototipo dell'arrampicatore sociale d'ogni tempo: un giovane e fatuo provinciale che scende a Parigi dopo una deludente avventura militare e, sfruttando il successo con le donne, si trasforma in un giornalista di grido imparentato con l'alta finanza. Dietro la sua cinica, insopprimibile vitalità si cela però un'ossessionante paura della morte che vanifica la sua sfrenata ricerca del successo. Bel Ami è il secondo romanzo "realista" di Guy de Maupassant,

la sua importanza sta tutta nella creazione di un doppio piano: lo scrittore e il personaggio. Noi vediamo quello che Bel Ami non può capire, il suo desiderio di affermazione sarà anche la causa del suo fallimento.

Henri-René-Albert-Guy de Maupassant nasce Tourville-sur-Arques il  5 agosto 1850. È  scrittore, drammaturgo, reporter di viaggio, saggista e poeta:uno dei padri del racconto moderno. Muore a Parigi il 6 luglio 1893.