Torna a speciale Alberto Moravia

Maria Grazia Di Mario, Alberto Moravia, il profeta indifferente

Un ritratto attraverso interviste

Condividi

Alberto Moravia: circa centomila copie l’anno vendute in Italia, autore tra i più tradotti all’estero, amatissimo dai lettori ancora oggi, eppure vanta pochi scritti sulla sua opera ed è vittima di un certo disinteresse fra gli addetti ai lavori. È proprio da quella che Maria Grazia Di Mario definisce una dimenticanza che muove la riflessione del suo libro Alberto Moravia, il profeta indifferente.

Questa mia ricerca è stata effettuata attraverso [...] le interviste a personaggi sia della letteratura che del mondo del cinema, che hanno conosciuto Moravia e hanno lavorato con lui, come per esempio Maselli, Lizzani, Monicelli, Vito Riviello, Renzo Paris, Walter Pedullà, Carlo Lizzani, che hano confermato le mie ipotesi, ossia che Moravia sia stato svalutato, che non sia stato compreso adeguatamente il suo messaggio, che la sua portata rivoluzionaria e profonda sia stata distorta a favore di un'immagine leggera, sia come linguaggio che come contenuti - Maria Grazia Di Mario


Alberto Moravia è lo pseudonimo di Alberto Pincherle. Nasce a Roma il 28 novembre 1907 e qui muore il 26 settembre 1990. Esordisce con Gli indifferenti (1929). Tra i suoi romanzi più noti: Agostino (1944), L'amore coniugale (1949), La ciociara (1957), La noia (1960), L'uomo che guarda (1985). Collaboratore del Corriere della sera e di vari periodici (tra cui L'Espresso, dove ha redatto la rubrica cinematografica), è stato tra i fondatori della rivista Nuovi argomenti, che ha diretto con altri fino alla morte. È stato deputato al Parlamento europeo (1984-89). Ha scritto per il teatro; viaggiatore instancabile ha raccolto le sue esperienze in paesi diversi in saggi tra cui Un mese in URSS (1958); Un'idea dell'India (1962); La rivoluzione culturale in Cina (1968); A quale tribù appartieni? (1972); Lettere dal Sahara (1981). Le opere di Moravia hanno avuto varie trasposizioni cinematografiche e sono state tradotte in molte lingue. Postumi sono usciti il romanzo La donna leopardo (1991), la raccolta di articoli Diario europeo (1992) e il volume di racconti Romildo (1994).


Maria Grazia Di Mario è giornalista professionista, saggista, editore, poetessa e sceneggiatrice. Nel 2005 ha vinto il Premio Internazionale di Poesia Anco Marzio con il libro Cabricia e il serpente .