Donne straordinarie - Agatha Christie

La vita, le opere, il mistero

Condividi

Agatha Christie è stata la regina del romanzo poliziesco: in una carriera durata più di mezzo secolo e due guerre mondiali, ha scritto ottanta romanzi e racconti e ha creato personaggi indimenticabili come Hercule Poirot e Miss Jane Marple.

Ogni volta che il suo editore le chiede un Christie per Natale, lei lo fa, consegna un libro all'anno e sono tutti bellissimi.


Nella prima guerra mondiale è volontaria della Croce Rossa britannica e da questa esperienza prende spunto per i suoi romanzi di narrativa poliziesca. Altra fonte di ispirazione, per molti dei suoi libri più famosi, come Assassinio sul Nilo e Assassinio sull'Orient Express, sono i viaggi in tutto il Medio Oriente. Ma i suoi misteri non sono solo contenuti nei suoi libri. Ci sono voci di una crisi di nervi, di un’inspiegabile scomparsa e di un divorzio astioso, reso ancora più doloroso per la morte della sua amata madre. Nonostante tutto, Agatha Christie, una donna timida, intelligente e complessa, è diventata l'autrice più venduta di tutti i tempi, insieme a Shakespeare, con oltre due miliardi di libri in tutto il mondo, tradotti in oltre quarantacinque lingue. Eppure, nonostante la sua fama, la vera Agatha Christie rimane misteriosa come uno dei personaggi dei suoi romanzi.

Agatha Christie nasce il 15 settembre 1890 a Torquay, Inghilterra. Rimane orfana di padre, un americano, quando ha solo dieci anni e viene cresciuta dalla madre e dalla nonna. Nel corso dell'adolescenza frequenta l’alta società fino al matrimonio, nel 1914, con Archie Christie, che diventa uno dei primi piloti di Royal Flying Corps operanti nel corso della prima guerra mondiale. Comincia a scrivere biografie romanzate sotto lo pseudonimo di Mary Westmacott; queste sue prime opere, però, vengono ignorate sia dalla critica che dal pubblico. Il suo primo successo risale al 1926,  Dalle nove alle dieci. Vive un periodo negativo, tra la morte della madre e l’abbandono del marito, di cui mantiene il cognome; in questo periodo scompare, cominciando ad essere ricercata per tutto il paese per poi essere ritrovata ad Harrogate, nell’Inghilterra del Nord. Negli anni seguenti scrive nonostante una forte depressione. Il periodo di crisi termina quando, durante un viaggio in treno per Bagdad, trova l’ispirazione per scrivere Assassinio sull’Orient Express. In questa occasione si innamora di Max Mallowan, che sposa nel 1930. Nel 1947 la regina Mary le chiede, come regalo di compleanno per i suoi ottant’anni, di comporre una commedia in suo onore. Nel 1971 viene nominata Dama dell’Impero Britannico, che corrisponde alla massima onorificenza concessa alle donne di quei tempi in Gran Bretagna. Muore nel 1976, all’età di 85 anni, e viene sepolta nel cimitero del villaggio di Cholsey nel Oxfordshire.