Gadda e Milano secondo Lucia Lo Marco

La "svergolata" Milano di Carlo Emilio Gadda

Condividi

Milano è la città in cui Carlo Emilio Gadda nasce e vive fino agli anni quaranta. Quella che Lucia Lo Marco esplora nel suo documentato studio La “svergolata” Milano di Carlo Emilio Gadda (Giulio Perrone editore) è una Milano vista come carattere, come narrazione, come espressione letteraria. Lo Marco non traccia una topografia della Milano gaddiana, sceglie invece di articolare il suo libro nell’arco di una giornata, rintracciando nei testi di Gadda le descrizioni del risveglio milanese, dell’operosità diurna, dei fasti del pranzo, degli svaghi e della quiete notturna. Incontrare la Milano di Gadda, scoprire il rapporto di amore e odio che ebbe con la sua città è quindi anche un modo per riaccostarsi al pensiero e alla prosa di questo straordinario scrittore.

I luoghi milanesi sono protagonisti di prose parodistiche e liriche, sono madri dei personaggi di alcuni suoi più celebri racconti; non possono quindi essere trattati alla stregua di scenari o sfondi, ma piuttosto come ambienti principi da cui sorgono le storie e i caratteri più tipici della letteratura gaddiana

Lucia Lo Marco si è laureata in Lettere a Bologna. Ha proseguito i suoi studi sui rapporti tra filosofia , letteratura e media all’Università di Lione e nel 2013 ha conseguito un dottorato in filosofia con una tesi su Gadda e Merleau-Ponty. Vive a Lione dove insegna all’Université Lumière Lyon 2 e all’Institut d’études supérieures des arts. Ha curato il volume Il pasticciaccio: Gadda e la filosofia. Riflessioni, ipotesi, sperimentazioni. Atti del Convegno di studi (Bologna, 28 Novembre 2013).