Goethe e il Romanticismo

L'importanza del Faust per l'epoca romantica

Condividi

Il 28 agosto 1749 nasce a Francoforte sul Meno Johann Wolfgang Goethe. La sua opera si inserisce nella temperie culturale che tende alla libertà delle passioni e degli istinti, in aperto contrasto con la razionalità illuministica che aveva permeato lo spirito del secolo. L’opera teatrale Sturm un Drang (1776) di Friedriech Klinger, dà il nome a questa nuova spinta culturale che viene a far parte del complesso fenomeno del Romanticismo. L’opera di Klinger segna anche un passo importante per il teatro tedesco, fino ad allora sopito e fortemente condizionato dalla tradizione classica e dal teatro francese, e che ora tende a una sempre maggiore definizione di un proprio carattere nazionale. In questo senso, l’opera di Gotthold Lessing, il quale apertamente combatte l’influenza del teatro classicista e teorizza una definizione dello spirito del teatro tedesco in nome della libertà creativa e della necessità della rappresentazione realistica, è di grande importanza.
Nel filmato un approfondimento sulla rivoluzione culturale innescata dal romanticismo europeo, in cui emerge l'importanza cruciale di Goethe e della sua magistrale opera, in particolare il Faust.

Al vertice di questo fenomeno rinnovatore c'è indiscutibilmente una delle più complete e complesse personalità di tutti i tempi: Wolfgang Goethe, poeta proteiforme e intelligenza verstile in tutti i campi.


Johann Wolfgang von Goethe (Francoforte sul Meno, 1749 – Weimar, 1832), scrittore, poeta e drammaturgo tedesco, è uno degli autori più importanti di tutti i tempi. Fu estremamente prolifico nella sua produzione letteraria ma è celebre principalmente per le opere I dolori del giovane Werther (1774), e il Faust (1831), alla quale lavorò tutta la vita. La sua cultura e competenza nelle più diverse discipline era talmente vasta che ideò il concetto di "Weltiteratur", letteratura mondiale.