Torna a speciale Alberto Moravia

Indro Montanelli racconta la giornata di Moravia

Un ritratto fuori dagli schemi

Condividi

Un video d'eccezione dagli archivi di Rai Teche: Indro Montanelli delinea la personalità di Alberto Moravia, commentando le immagini di una giornata tipo dello scrittore, che trascorre tra telefonate moleste, tentativi di scrivere, confronto con i critici. Lo stesso Moravia dice che al centro della sua opera c'è la crisi del rapporto tra gli uomini e la realtà.

voi credete che si stia concentrando sulle pagine che deve scrivere, no, no, sta solo tentando di vincere la forza di inerzi, perché Moravia è pigro 


Alberto Moravia è lo pseudonimo di Alberto Pincherle. Nasce a Roma il 28 novembre 1907 e qui muore il 26 settembre 1990. Esordisce con Gli indifferenti (1929). Tra i suoi romanzi più noti: Agostino (1944), L'amore coniugale (1949), La ciociara (1957), La noia (1960), L'uomo che guarda (1985). Collaboratore del Corriere della sera e di vari periodici (tra cui L'Espresso”, dove ha redatto la rubrica cinematografica), è stato tra i fondatori della rivista Nuovi argomenti, che ha diretto con altri fino alla morte. È stato deputato al Parlamento europeo (1984-89). Ha scritto per il teatro; viaggiatore instancabile ha raccolto le sue esperienze in paesi diversi in saggi tra cui Un mese in URSS (1958); Un'idea dell'India (1962); La rivoluzione culturale in Cina (1968); A quale tribù appartieni? (1972); Lettere dal Sahara (1981). Le opere di Moravia hanno avuto varie trasposizioni cinematografiche e sono state tradotte in molte lingue. Postumi sono usciti il romanzo La donna leopardo (1991), la raccolta di articoli Diario europeo (1992) e il volume di racconti Romildo (1994).