Marco Baliani e il suo Orlando furioso

Spettacolo teatrale dal capolavoro di Ariosto

Condividi

In questa intervista l'attore Marco Baliani racconta la spinta che l'ha portato a mettere in scena il suo spettacolo Giocando con Orlando, ispirato all'Orlando furioso di Ludovico Ariosto.

Quello che mi affascina leggendo l'Ariosto è la musicalità della lingua, l'Orlando furioso è una macchina di suoni meravigliosa - Marco Baliani

Marco Baliani, nato nel 1950 a Verbania, è regista, attore e scrittore. Nel 1989 dà vita al teatro di narrazione con Kohlhaas, da Von Kleist. Nel 1998 offre una sua rilettura del caso Moro con lo spettacolo Corpo di stato. Nel 2002, col sostegno di Amref, inizia un lungo progetto coi ragazzi di strada di Nairobi da cui nascono gli spettacoli Pinocchio nero e L’amore buono. Tra le sue pubblicazioni Nel regno di Acilia (2004), La metà di Sofia (2008), Dentro un gatto ci sono tante storie (2009), Ho cavalcato in groppa ad una sedia (2010) e L’occasione (2013).

Ludovico Ariosto (Reggio nell'Emilia 1474 - Ferrara 1533), poeta e commediografo, è famoso soprattutto per il suo capolavoro l'Orlando furioso, poema cavalleresco assolutamente rivoluzionario per la sua epoca. Dopo aver tentato lo studio della giurisprudenza con scarsi risultati Ariosto ottenne finalmente dal padre di potersi dedicare alla letteratura, e tra il 1945 e il 1500 inizia a comporre poesie. Nel 1500 muore il padre e lo scrittore, in qualità di promogenito, si occupa di dell'eredità e di sorelle e fratelli (in tutto nove), trovandosi così costretto a mettere da parte l'attività letteraria, che riprende nel 1505, anno in cui comincia la stesura dell'Orlando furioso, di cui pubblicherà la prima edizione nel 1516, cui seguiranno una nuove edizione nel 1521 e un'ultima nel 1532.