Mino Milani, Ulisse racconta

Un grande della letteratura per ragazzi alle prese con il mitico Ulisse

Condividi

Ulisse racconta di Mino Milani, Einaudi Ragazzi: in prima persona Milani sceglie di dar voce a un Ulisse in viaggio. Il libro sorvola sulla guerra di Troia, riassunta nei primi capitoli, così come sul ritorno a Itaca, per concentrarsi sulle peripezie dell’eroe omerico in giro per il mondo. Sfilano sotto i nostri occhi il Ciclope, re Eolo, i cannibali, ma anche le donne che s’innamorano di Ulisse, da Circe a Calipso a Nausica. “Terribilmente curioso” così Milani definisce il suo protagonista e il libro si può leggere anche come un inno al desiderio di sapere e di conoscere, che anima da sempre lo scrittore.

Ulisse di tutti gli eroi omerici è il più attuale, è un eroe che basa la sua azione sull’intelligenza e non sulla forza della spada. Una delle frasi che gli faccio dire è, se aspettiamo di prendere Troia con le armi non la prenderemo più

Mino Milani nasce a Pavia il 3 febbraio 1928, città dove tuttora abita. Dai primi anni cinquanta inizia a collaborare al Corriere dei Piccoli, allora diretto da Giovanni Mosca. Famosa su La Domenica del Corriere, la sua rubrica La realtà romanzesca. Ha collaborato con alcuni dei più importanti disegnatori italiani tra cui Hugo Pratt, Milo Manara, Grazia Nidasio, Dino Battaglia, Sergio Toppi. È stato direttore del quotidiano La Provincia Pavese. Autore di moltissimi romanzi e saggi storici, tra cui quelli legati al ciclo di Tommy River, la serie I libri di San Siro, Romanzo militare, Fantasia d'amore (da cui fu tratto nel 1981 l’omonimo film diretto da Dino Risi e interpretato da Romy Schneider e Marcello Mastroianni), Giuseppe Garibaldi. Biografia critica (con prefazione di Giovanni Spadolini).