Mariolina Venezia, Imma Tataranni e le trappole del passato

Da questo e gli altri libri della serie la fiction su Rai Uno

Condividi

Da domenica 22 settembre su Rai Uno va in onda una coproduzione Rai Fiction - Itv Movie in sei puntate ambientata a Matera e tratta dai romanzi di Mariolina Venezia su Imma Tataranni, con Vanessa Scalera nel ruolo della protagonista. Tra gli interpreti: Massimiliano Gallo, Alessio Lapice, Carlo Buccirosso, Cesare Bocci, Barbara Ronchi, Antonio Gerardi, Carlo De Ruggieri, Alice Azzariti; regia di Francesco Amato.

Rione Serra Venerdì, Imma Tataranni e le trappole del passato (Einaudi) è il terzo dei romanzi di Mariolina Venezia dedicato alla vulcanica pm, che qui si trova alle prese con l’omicidio di Stella Pisicchio, sua compagna di liceo. Quello che distingue i libri di Mariolina Venezia è una lingua molto ricca e curata e di conseguenza la capacità di evocare un luogo preciso, la Basilicata, e il suo panorama umano e geografico. La povera Stella, avendo deciso tardi di sbarazzarsi della verginità, incappa in una serie di uomini inadeguati tra i quali si nasconde il suo assassino e il suo caso s’intreccia con quello della scomparsa di un bambino cresciuto in un ambiente degradato. Imma indaga senza tregua, annaspando sui tacchi a spillo, e intanto si preoccupa per la figlia sedicenne che passa le serate come una settantenne davanti alla tv con il fidanzato, e si strugge per il bel maresciallo Calogiuri, pur confortata dal caminetto caldo rappresentato dal marito Pietro.

La Basilicata era lunatica. Proprio. Non lunare, lunatica. D'inverno tutta ingrugnita e malinconica, con quei campi marrone scuro a perdita d'occhio, sfumati all'orizzonte da un velo di nebbia che faceva cadere le braccia. Poi nel giro di un paio di settimane eccola diventare soave e ridente coem ci avssero steso sopra un tappeto verde tutto istoriato di fiori, e stavi appena prendendo fiato che te la ritrovavi gialla e arsa come l'inferno, tenebrosa per la troppa luce e il sole torrido che picchiava sui calanchi o sulla pietra bianca dei paesi, producendo un boato talmente forte da oltrepassare il muro del suono.

Mariolina Venezia è nata a Matera. Attualmente vive a Roma, dove lavora per teatro, cinema e televisione. Ha pubblicato alcuni libri di poesie in Francia e i romanzi Mille anni che sto qui, vincitore del Premio Campiello 2007, Come piante tra i sassi (2009), la raccolta di racconti Altri miracoli (Theoria 1998), Da dove viene il vento (2011), Maltempo (2013) e Rione Serra Venerdì (2018).