Roberta Balestrucci, Annie, Il vento in tasca

Il giro del mondo in bicicletta: l'impresa di Annie Kopchovsky

Condividi

Raccontato in prima persona, Annie, Il vento in tasca di Roberta Balestrucci Fancellu pubblicato da Sinnos con le illustrazioni di Luogo Comune, è la storia di Annie Kopchovsky che nel 1894 decise di scommettere sulla propria possibilità di fare il giro del mondo in bicicletta. Partì da Boston e arrivò a Chicago l’anno dopo, facendo tappa a Parigi, Gerusalemme, Bombay, Nagasaki… Il libro racconta il suo entusiasmo, la sua forza incrollabile, il suo spirito di indipendenza (aveva lasciato a casa un marito e tre figli), le persone che l’aiutarono (ebbe persino lo sponsor dell’acqua minerale) e quelle che la assalirono, derubarono, colpirono senza riuscire a fermarla.  

Era l’alba del 9 marzo quando entrai in città. Le lacrime scorrevano veloci sul viso come le ruote della mia Sterling su quelle strade lontane da casa mia, dal negozio di stoffe, da mio marito e dai miei bambini. Eppure ce l’avevo fatta. Avevo girato il mondo, e ora la mia strada era tutta in discesa.

Roberta Balestrucci Fancellu  è nata a Macomer nel 1983, dove vive e lavora. Lavora al Centro Servizi Culturali di Macomer, dove si occupa di laboratori nelle scuole, formazione e promozione alla lettura. Dal 2013 organizza il primo Festival sulla Legalità in Sardegna “Conta e Cammina – La legalità appartiene al tuo sorriso”. Ha pubblicato la graphic novel Ken Saro Wiwa per BeccoGiallo, il romanzo illustrato per ragazzi Imon. La madre terra per Radici Future e in uscita a novembre Storie di grandi uomini e delle GRANDI DONNE che li hanno resi tali per Hop Edizioni.