Silvia Vecchini, Sualzo, 21 giorni alla fine del mondo

Un fumetto sul potere dell'amicizia e del karate

Condividi

Lisa vive accanto a un lago con la madre. Con il suo amico Ale quattro anni prima ha progettato una zattera, poi lui è sparito nel nulla. Quando lui ritorna in paese, riprendono a vedersi, ma il padre di lui sembra osteggiare i loro incontri. Il giorno di Ferragosto si sfiora la tragedia e si scopre la verità sulla morte della madre del ragazzo. 21 giorni alla fine del mondo, scritto da Silvia Vecchini con Sualzo e pubblicato dal Castoro, è un libro pieno di speranza e di karate, lo sport che Lisa pratica con la sua amica Rima. Il ventunesimo precetto di questa disciplina recita:

rialzati sempre e prova a essere felice

Silvia Vecchini è nata a Perugia nel 1975. Autrice di albi illustrati e romanzi per ragazzi, poesie, rubriche per riviste e fumetti, progetta percorsi per le scuole, incontra bambini e ragazzi in biblioteca e nelle librerie per letture e laboratori di scrittura.

Antonio Sualzo Vincenti (1969) è autore, illustratore e fumettista. Con L’improvvisatore ha vinto il premio per la migliore sceneggiatura del Festi’BD di Moulins 2009 ed è stato tra i cinque finalisti del Premio Micheluzzi 2010.